Fai il tuo Cammino

×

Dicci le tue preferenze e di invieremo una mail con alcune proposte su misura

  • 25 Km al giorno circa
  • 70 Km al giorno circa

Regime non disponibile

Fai il tuo Cammino

×

Pianificatore

Grazie per aver pianificato con Pilgrim!

Piú informazioni?

Informati senza compromessi cliccando il bottone inferiore ed un agente specializzato si metterá in contatto con te per risolvere tutti i tuoi dubbi. Otterrai un 5% di sconto solo per esserti informato.

Percorsi del Cammino di Santiago

Informazioni, tappe, mappa e punti d’interesse

Il Cammino Francese

Cammino Francese
  • Inizio: St. Jean Pied de Port (Francia)
  • Lunghezza: 764 km
  • Tappe a piedi: 33
  • Tappe in bici: 14

Il Cammino Portoghese

Cammino Portoghese
  • Inizio: Lisboa
  • Lunghezza: 620 km
  • Tappe a piedi: 25
  • Tappe in Bici: 5

Il Cammino del Nord

Cammino del Nord
  • Inizio: Irún
  • Lunghezza: 824 km
  • Tappe a piedi: 32
  • Tappe in Bici: 18

Il Cammino Primitivo

Cammino Primitivo
  • Inizio: Oviedo
  • Lunghezza: 313 km
  • Tappe a Piedi: 11
  • Tappe in Bici: 7

Il Cammino Inglese

Cammino Inglese
  • Inizio: Ferrol / Coruña
  • Lunghezza: 119 km
  • Tappe: 6

Il Cammino Portoghese Sulla Costa

Il Cammino Portoghese sulla Costa
  • Inizio: Oporto
  • Lunghezza: 196 km
  • Tappe a Piedi: 9
  • Tappe in Bici: 4

Epilogo Fisterra-Muxía

Il cammino di Fisterra-Muxía
  • Inizio: Santiago
  • Lunghezza: 90 km
  • Tappe: 4

Il Cammino d’ Inverno

Cammino d'Inverno
  • Inizio: Ponferrada
  • Lunghezza: 263 km
  • Tappe: 8

Il Cammino Sanabrés

Cammino Sanabrés
  • Inizio: Granja de la Moreruela
  • Lunghezza: 369 km
  • Tappe a Piedi: 13
  • Tappe in Bici: 7

Vía de la Plata

Rotta della Plata
  • Inizio: Sevilla
  • Lunghezza: 960 km
  • Tappe a Piedi: 27
  • Tappe in Bici: 16

Il Cammino Aragonés

Cammino Aragonese
  • Inizio: Somport
  • Lunghezza: 205 km
  • Tappe: 6
  • Tappe in Bici: 3

Il Cammino Vasco del Interior

Il Cammino Basco dell'interno
  • Inizio: Irún
  • Lunghezza: 252 km / 199 km
  • Tappe: 12 / 9
  • Tappe in Bici: 4

Mappa del Cammino di Santiago

Mappa del Cammino di Santiago

Rotte secondarie del Cammino di Santiago

Se vuoi conoscere le tappe di ciascuno di questi percorsi, visita questo link

Il Cammino Lebaniego

Il Cammino Lebaniego

Uno dei percorsi con la sua storia e al margine rispetto all’apostolo Santiago. ê una via famosa per custodire nel monastero di Santo Toribio una delle più grandi reliquie della Croce di Cristo, valore Valore che gli ha concesso il proprio anno giubilare … Per saperne di più

Il Cammino del Salvador

Il Cammino del Salvador

Chiamato anche il Camino de San Salvador, collega León con Oviedo, i pellegrini tradizionalmente deviavano fino a Oviedo per visitare la Cattedrale di San Salvador. Una volta nella città di Oviedo, Attraverseremo la Via Primitiva fino a quando non ci ricollegheremo al cammino francese a Melide … Per saperne di più

Il Cammino Basco dell’interno

Il Cammino Basco dell'interno

È stato un fondamentale asse giacobino in epoca romana, poiché era l’ingresso al centro della Penisola da Irún. il Cammino inizia a Irún e a Santo Domingo de la Calzada (La Rioja) si unisce al Cammino Francese… Per saperne di piú

Il Cammino Olvidado

Il Cammino Olvidado

Questo Camino è documentato come uno dei primi percorsi nella storia delle rotte giacobine ed unisce le città di Bilbao e Villafranca del Bierzo, per unire più tardi il Cammino francese o Cammino di Inverno, secondo i propri criteri, con una distanza di circa 637 km in totale … Per saperne di più

Il Cammino Portoghese sulla Costa

Il Cammino Portoghese sulla Costa

Inizia a Oporto, va a Redondela lungo tutta la costa (si entra in Galizia con il traghetto in A Guarda, non a Tui, come nel tradizionale cammino Portoghese) e anche noi attraversiamo Vigo e possiamo farlo per visitare le isole Cíes In Redondela si unisce alla via portoghese per arrivare a Santiago di Compostela… Per saperne di piú

Vía di Bayona

Vía di Bayona

Conosciuta anche come Camino de Bayona, inizia nella città francese di Bayonne e si collega con il Cammino Francese a Burgos. Da Irún questa antica strada è anche conosciuta come la Via basca dell’ interno dal momento che gran parte del percorso di entrambi coincide … Per saperne di più

Cammino Aragonese

Cammino Aragonese

Unisce il confine franco-spagnolo, Somport con la città navarrese di Puente de la Reina, dove si collega al Cammino Francese, un percorso alternativo che ti consente di goderti di più la natura che offre la comunitá Aragón… Per saperne di piú

Cammino di Le Puy

Cammino di Le Puy

Conosciuto anche come La Vía Podiensis parte e Le Puy, a Velay e scorre verso il porto di Roncisvalle, dove si unisce al cammino francese, uno dei modi per evitare la grande pendenza che prosegue per St. Jean Pied de Port…

Rotta della Lana

Rotta della Lana

Comincia ad Alicante e attraversa le terre di La Mancha fino a raggiungere la capitale di Burgos dove si unisce al Cammino Francese. Questo itinerario poco conosciuto ha le sue origini probabilmente nel Neolitico, a causa dell’importanza del territorio nel commercio della lana … Per saperne di più

Cammino di Madrid

Cammino di Madrid

Inizia nella capitale della Spagna e attraversa la Sierra de Guadarrama, percorre gran parte dell’altopiano Nord da Segovia, Valladolid e León per unirsi a Sahagún al cammino francese, pochi pellegrini riconoscono questa via … Leggi di più

Cammino Baztanés

Cammino Baztanés

Inizia a Bayonne e termina a Pamplona, collegando la Via francese, 109 km pieni di storie. Questo percorso fu ampiamente usato nel Medioevo dai pellegrini, dai re o dall’esercito. Da lì l’impegno di ricostruzione da parte dell’Associazione degli amici del Cammino… Per saperne di più

Cammino Catalano

Cammino Catalano

Questo percorso inizia a Montserrat, ma quando raggiungiamo Tárrega si diramano e questa pista si dirige a Santa Cilia de Jaca, dove si collega alla Via Aragonese e quindi si collega a Puente la Reina con il cammino Francese… Leggere Di piú

Cammino Mozárabe

Cammino Mozárabe

Questo tracciato ha tre diversi punti di partenza in Andalusia, Malaga, Granada e Jaén, il punto di incontro è la città di Baena e poi continua a Merida punto in cui si collega con il Vía de la Plata.

Rotta del Mar de Arousa

Rotta del mar de Arousa

Questo itinerario marittimo-fluviale commemora l’arrivo in Galizia via mare, come fece in quel momento corpo dell’Apostolo Santiago A Pontecesures inizi a camminare lungo Il Cammino Portoghese fino a raggiungere la capitale Galiziana… leggere di piú

Cammino del Sudest

Cammino del Sudest

Questo cammino inizia nella città di Alicante e si potrebbe quasi dire che attraversa la penisola per collegarsi a Benavente con la Via de la Plata, quindi ricongiungersi ad Astorga con il Cammino francese.

Cammino di Levante

Cammino di Levante

Ha inizio a Valencia e attraversa fino a cinque comunità prima di raggiungere la Galizia unire i due grandi mari della penisola. Una volta arrivato a Zamora, si unisce alla Strada del Plata… Leggere di piú

Cammino Catalán per Zaragoza

Cammino Catalán per Zaragoza

Questo itinerario catalano inizia a Monserrat e attraversa Saragozza fino a raggiungere Logroño, dove si unisce con il cammino francese

Cammino di Cádiz

Cammino di Cádiz

Comincia a Cadice e finisce a Siviglia, poiché in questa grande città inizia la Vía de la Plata, È anche conosciuta come Via Augusta per via dei suoi collegamenti con la cultura romana… Leggere di piú

Cammino del Ebro

Cammino del Ebro

Inizia nella città di Deltebre e continua a Fuentes de Ebro, dove si collega con la pendenza della Via Catalana di Saragozza… Leer más

Internazionale: Kumano Kodo

Kumano Kodo

Percorso internazionale giapponese gemellato con il Camino de Santiago. Scopri una delle più importanti vie di pellegrinaggio del mondo: la sua storia, le tappe, i luoghi di interesse, come arrivarci…. Continua a leggere

Galizia: O Camiño dos faros

Camiño dos faros

La “Via dei fari” è un itinerario di grande importanza all’interno della comunità galiziana che attraversa la famosa “Costa da Morte”, luoghi di grande bellezza ed essenza locale. Continua a leggere

Rotte principali del Camino de Santiago

Cammino Francese

Storia del Camino

Ci sono informazioni su questa strada a partire dal 1135, in particolare, negli archivi all’interno del Codice Calixtino, dove è possibile trovare per la prima volta le distanze che separano la tomba dell’ Apostolo Santiago da molte delle principali città europee. Tutto questo aggiunto al attualitá rendono questo percorso il più documentato.

A causa della cultura cristiana, questo percorso del Camino de Santiago è diventato il percorso con il più grande numero di pellegrini nell’Europa medievale, per apprezzare la tomba tanto attesa a Santiago di Compostela. Ciò ha causato che ogni volta ha avuto più rilevanza all’interno dei pellegrini e delle persone con conoscenze su di lui, così ha guadagnato l’onore di essere l’itinerario più riconosciuto in tutto il mondo, che ha portato con sé un grande riconoscimento economico e sociale.

Oggigiorno è la rotta più trafficata poiché è la più conosciuta in tutto il mondo, anche per questo motivo è quella meglio attrezzata per ospitare un gran numero di pellegrini che fanno il Cammino su questa via Ha un percorso vicino alla penisola nord di circa 760 km, diviso in 31 tappe e partendo da Saint Jean Pied de Port …

Per saperne di piú
Cammino Portoghese

Storia del Camino

Questo itinerario del Cammino di Santiago ha subito un cambiamento crescente dopo l ‘indipendenza del Portogallo, nel dodicesimo secolo, transitato dal re Alfonso I. Il viaggio dalle terre portoghesi nella capitale di Compostela è andato oltre i motivi spirituali, a causa del indipendenza, motivi culturali ed economici che aumentarono le relazioni fra i territori vicini Ciò ha portato alla costruzione di una rete stradale dalle terre portoghesi che è durato nel tempo fino ad ora, creando un percorso con un sacco di storia tra il paese vicino e il comunitá galiziana.

Furono molti i re, nobili e chierici che aiutarono, con i loro pellegrinaggi, a far si che La rotta giacobiana aumentasse di importanza per diventare oggi una delle rotte più trafficate oggigiorno. Un esempio è quello di Doña Isabel de Portugal, che dopo il pellegrinaggio alla Cattedrale di Santiago, offrì all’Apostolo la sua corona d’Imperatrice del Sacro Romano Impero, intorno al XIV secolo. Più tardi, dopo la sua morte, le sue spoglie furono sepolte nella città portoghese di Coimbra con un cordoglio pellegrino, come aveva precedentemente espresso prima della morta…

Per saperne di piú
Cammino del Nord.

Storia del Camino

Il suo percorso corre in tutta l’area settentrionale spagnola, dai Paesi Baschi a Santiago de Compostela, lungo le coste del Mar Cantabrico. Inizia a Irún e attraversa Città incredibili come San Sebastian, Bilbao, Santander o Gijón. Una volta raggiunta la frontiera galiziana, penetra nella comunità attraverso la città di Ribadeo, nella provincia di Lugo, a soli 180 chilometri dalla Cattedrale di Santiago.

Dopo il Cammino Primitivo è considerato come uno dei percorsi con più storia, proprio come il cammino francese. Molti sono stati i re e le regine dei paesi europei che hanno attraversato questa rotta e hanno contemplato, infine, i resti dell’Apostolo. Dopo la riconquista del territorio Ispanico occupato da musulmani, questa rotta settentrionale ha perso importanza a favore del Cammino Francese, che ha anche ricevuto più sostegno dalla monarchia spagnola nel dodicesimo secolo. Tuttavia, molti furono i pellegrini che decisero di continuare a svolgere i loro pellegrinaggi lungo la costa e i porti baschi e cantabrici, essendo denominato per questo motivo il Cammino della Costa…

Per saperne di piú
Cammino Primitivo

Storia del Camino

Appena fu scoperta la tomba dell’apostolo Santiago nell’anno 813, Alfonso II, soprannominato il Casto e re dell’allora conosciuta Gallaecia, intraprese il cammino verso le terre galiziane, partendo dalle Asturie con la mente sull’incredibile scoperta. Prese la strada che attraversa l’interno delle terre asturiane per arrivare a Lugo, e da lì continuare fino alla capitale di Compostela, dove al suo arrivo, ordinò di costruire una chiesa di culto dove furono raccolti i resti sepolcrali dell’Apostolo, gettando così le basi di quella che oggi è conosciuta a livello mondiale Cattedrale e da allora quello che sarebbe diventato il primo di tutti i Cammini verso Santiago, il Primitivo.

È una meravigliosa opzione per scoprire le vere radici del pellegrinaggio, partendo da Oviedo e attraversando il Principato asturiano ad ovest per accedere alla Galizia attraverso la provincia di Lugo, fino a quando non si congiunge con la Via francese nel comune di Melide, una scarsa 55 km da Santiago de Compostela. Il percorso ha un imponente splendore paesaggistico, oltre a innumerevoli risorse storiche e patrimoniali …

Per saperne di piú
Cammino Inglese

Storia del Camino

A causa della posizione dei porti di entrata delle città di Ferrol e A Coruña, è nato questo percorso galiziano. Non erano solo i navigatori inglesi a percorrere le coste della Galizia; Scozzesi, irlandesi e molti altri dai paesi scandinavi e dai Paesi Bassi vennero in porto e, in seguito, proseguirono sui percorsi via terra con il fine di commerciare. I pellegrinaggi iniziarono a prendere fama tra i navigatori a metà del XIV secolo, quando vollero conoscere i santuari cristiani oltre quelli nei loro territori.

120 km sono quelli che separano le città di Ferrol e Santiago de Compostela. Pieno di storia e patrimonio, dove il verde predomina in ogni fase e la tranquillità ci accompagna in un modo lontano dalla massa esistente in altri percorsi. Ci sono due varianti: da Ferrol o da A Coruña, con 5 tappe che formano il primo pendio e solo 3 che separano A Coruña da Santiago…

Per saperne di piú
Vía de la Plata

Storia del Camino

Questa Cammino nasce in epoca romana. Precedentemente, era una strada usata dall’impero antico nella sua rotta attraverso la Spagna, usata dalla città di Mérida (Augusta Emerita) ad Astorga (Artúrica Augusta). Era un asse principale di comunicazione nella parte occidentale della penisola, che ha reso questa Ruta de la Plata il percorso scelto per salire da sud alla capitale di Compostela.

Dopo la riconquista dei territori meridionali prima dell’esercito musulmano, la rotta su allungata artificialmente verso il sud della penisola. Nel 10 ° secolo, Almanzor eseguì un saccheggio nel quale prese le campane della Cattedrale di Santiago a sud, utilizzando, inoltre, prigionieri cristiani nel suo trasporto a Córdoba, fatto che fece di questa rotta quella con il piú grande afflusso di massa. Successivamente, dopo la cristianizzazione dei territori peninsulari, le campane sono state riportate alla loro origine attraverso la Via della Plata, gettando le basi per pellegrinaggi futuri dalle comunità andaluse ed estremadure alla comunità galiziana…

Per saperne di piú
Cammino Sanabrés

Storia del Camino

Questo percorso è composto da numerosi sentieri costruiti dai Romani e percorsi da una moltitudine di popoli : Celti, Fenici, Romani, Arabi e, infine, pellegrini cristiani a Santiago de Compostela. Questo itinerario è sempre andato di pari passo con la Ruta de la Plata, un percorso che collega le terre del sud con quelle della capitale di Compostela, evitando così di attraversare Astorga una volta arrivati a Zamora. In questo modo, si accede alla Galizia attraverso la provincia di Ourense.

In particolare, questo Camino inizia dalla città di Zamora di Granja de la Moreruela, dove è stato costruito il primo monastero dell’Ordine Cistercense. Questo posto era conosciuto come Santiago de Moreruela, a riprova del legame con il Camino de Santiago. Viaggiatori e mercanti hanno anche utilizzato questo percorso per sfruttare le strade che collegavano punti lontani fino al centro della penisola e al nord.

Furono anche usati come vallate reali e vie per mercanti di tutto il paese, evidenziando i ben noti “marciapiedi”, percorsi scelti dai contadini galiziani per scendere in Castiglia al momento del raccolto. Furono costruiti molti ospedali e ostelli, così come templi e monasteri per rifornire tutti i pellegrini che…

Per saperne di piú
Epilogo Fisterra Muxía

Storia del Camino

Fisterra, dal latino finis terrae, possiede una storia che nasce molto prima dell’inizio dei pellegrinaggi. É In questo luogo dove alcuni studiosi individuano l’antica città di Dugium con la famosa Atlantide e dove si stabilì la tribù celtica dei neri, dal sud della penisola. La scelta di quest’area non fu casuale, poiché si credeva che capo Finisterre fosse l’ultima terra del mondo conosciuto a quel tempo. Così iniziarono a costruire numerosi insediamenti ed edifici per venerare il dio del sole, che riemergeva ogni giorno tra le acque dell’Oceano Atlantico.

Ci fu un altare importante e un centro spirituale in onore del re, l’Ara Solis, tempio a cui vennero sia i Celti che i romani. Secondo le leggende, fu lo stesso Apostolo ad ordinare la distruzione di questo tempio, considerandolo un culto pagano. Una grande alluvione abbatté infine l’Ara Solis, di fronte al rifiuto della città, e distrusse l’intero villaggio, salvando solo due buoi che riuscirono a fuggire dal luogo. Sebbene la loro fortuna non sarebbe durata molto tempo dopo, sarebbero stati trasformati in pietra, come punizione divina, creando le attuali isole di Bois de Gures.

Come puoi vedere, l’unico percorso che parte da Santiago non è un’invenzione moderna come molti potrebbero pensare. Recenti scavi nell’eremo di San Guillermo hanno mostrato il loro stretto legame con l’Apostolo e con altre tradizioni e culti molto più antichi…

Per saperne di piú
Cammino D'Inverno

Storia del Camino

Le stagioni invernali possono essere difficili durante alcuni tratti del Cammino di Santiago, anche se i paesaggi del tempo sono affascinanti, all’arrivo a Ponferrada troviamo zone piene di neve fredda e strade con abbondanti pozzanghere che non permettevano un vero e proprio pellegrinaggio. Tutto questo insieme all’umidità fredda che penetra in modo implacabile nelle ossa ha costretto il pellegrino a trovare un percorso alternativo per accedere alla Galizia in un modo meno duro e più sicuro. Per questa ragione è nato il Cammino d’Inverno.

Tuttavia, oggi questa rotta alternativa ha perso la sua stagionalità e inizia a essere una strada trafficata senza tenere conto del periodo dell’anno. Questo fatto è causato dai suoi numerosi paesaggi e tesori patrimoniali che ci offre, motivo per cui molti sono i pellegrini che decidono di avventurarsi in qualsiasi epoca. Particolarmente consigliato in primavera, per godersi i paesaggi che ci offre, e in estate, per sfuggire al sovraffollamento dell’originale percorso francese…

Per saperne di piú

Uso dei cookies

Questo sito Web utilizza i cookie per offrirti la migliore esperienza come utente. Se continui a navigare, dai il tuo consenso per l'accettazione dei suddetti cookie e l'accettazione della nostra politica di cookiesclicca sul link per maggiori informazioni

ACCETTARE